Arte, moda e tradizione in Sardegna

 

Nella cultura della Sardegna, l’abito della tradizione acquistava la forma di uno scrigno che racchiudeva nella sua tessitura i segni della storia e della vita di ciascuno. Ogni abito era capace di essere la fotografia del vissuto di colui che lo indossava. Taluni segni, talvolta imperscrutabili, si possono rinvenire nella comunicazione contemporanea legata alla moda, dove indossare un abito è diventato un modo per raccontare di sé attraverso veri e propri segni culturali differenziati.

Ancora oggi c’è un lungo filo che unisce ogni trama dei nostri corpi. Un filo tessile che accoglie e avvolge. Contiene il corpo del bambino appena nato, il suo sviluppo in età adulta e lo accompagna fino alla morte. Essere vestiti, abbigliati, significa essere a contatto con gli altri, vestirsi è stato, ed è ancora, espressione di comunicazione non verbale, espressione del sotteso bisogno umano di empatia, di essere guardati, ascoltati, capiti finanche da uno sconosciuto che incontriamo per la strada.

Un filo tessile univa le comunità della Sardegna antica ed è lo stesso che unisce gli uomini di oggi, avvolti nel bisogno di sentirsi meno soli.

 

IL PROGETTO

Beltimentas è un format creativo che propone un nuovo punto di vista sul patrimonio identitario sardo legato all’abbigliamento e al costume. Propone una fruizione contemporanea della tradizione, in una prospettiva che intreccia arte, artigianato, design e tradizione etnoantropologica. Utilizza i linguaggi sperimentali dell’arte, del teatro e della fotografia per valorizzare i caratteri etnoantropologici che animano la produzione culturale sarda. Il progetto è frutto del lavoro e della passione di artigiani e designer che attraverso i loro prodotti hanno interagito con curatori, registi, fotografi e attori per portare le suggestioni artistiche d’avanguardia dell’isola in tutto il mondo.

 

COME SI COMPONE IL PROGETTO BELTIMENTAS:

Nei paesi ospitanti verrà allestita una curata mostra fotografica e presentata una breve performance teatrale accompagnata da un’esperienza partecipativa.

Il reportage fotografico che verrà esposto a firma di due fotografi internazionali valorizza gli elementi artistici del design isolano, dalle forme, tessuti, pattern della tradizione alle interpretazioni innovative e alle contaminazioni con la contemporaneità.

La performance

The dress of memories è una performance teatrale che accompagnerà l’esposizione. Un romantico viaggio in cui il protagonista invisibile di una storia d’amore sarà l’abito femminile e la sua funzione sociale nella Sardegna antica. Una fiaba teatrale e musicale in cui i costumi, i ruoli sociali, la vita quotidiana e familiare emergono attraverso il ruolo degli abiti tradizionali. Al termine della performance teatrale il pubblico potrà interagire coi costumi, toccando, annusando e vestendo gli abiti tradizionali sardi, al fine di creare un coinvolgimento emotivo e sensoriale dello spettatore.

I film

Grazie alla collaborazione con Sardegna Film Commission verranno proiettati, nelle varie tappe, alcuni film girati in Sardegna.